Archivi categoria: servizi

Come migliorare il proprio approccio con il data entry digitale

Con l’avvento delle nuove tecnologie, come gli smartphone e i tablet su tutti, avere delle foto in formato digitale è diventata la regola, ma fino a qualche decennio fa, le fotografie venivano tutte stampate su carta. Vediamo, in breve, cosa ci serve per una archiviazione digitale di foto da formato cartaceo. La prima cosa di cui avremmo bisogno è un software, di solito in dotazione con lo scanner, che ci permetta di gestire le nostre scansioni. In seconda battuta avremmo bisogno di uno scanner piano con una risoluzione  sufficientemente alta.
Salviamo le nostre scansioni in formato TIFF (senza compressione) oppure utilizzando il formato .psd (Photoshop). Prendiamo in considerazione anche un piccolo software per correggere eventuali imperfezioni.
Sarebbe meglio evitare di salvare in formato JPEG o TIFF (con compressione JPEG).
Per quanto riguarda la risoluzione delle scansioni, sarebbe opportuno non scendere sotto i 300 dpi, inoltre se dobbiamo stamparle, al fine di ottenere l’aspetto di tono continuo sarebbe opportuno avere un dpi più alto.
Ora diamo uno sguardo allo spazio di archiviazione ed alla conservazione delle immagini digitalizzate:
1) le unità disco possono deteriorasi – quindi si dovrebbe avere un piano di backup.
2) La vostra abitazione o studio può subire dei danni (alluvioni, terremoti, incendi, ecc)
–  quindi si dovrebbe avere un piano di backup offsite.
3) Essere sempre aggiornati sul rilascio di nuovi software e nuovi formati. Infatti un formato di file comunemente usato oggi può non essere valido o compatibile in futuro. Esempio il Kodak Photo CD. Infatti questo formato di file è considerato obsoleto e non più supportato.

Spero che non ci siano più dubbi sull’archiviazione digitale delle foto cartacee.

Potete trovare maggiori informazioni al seguente indirizzo: http://www.ciesseservices.it/altri-servizi/servizi-per-lufficio/