Pettorina o collare? Questo è il dilemma

Il guinzaglio diventa l’accessorio indispensabile se vogliamo portare a spasso il nostro amico a quattro zampe. Ma a cosa lo attacchiamo? Collare o pettorina? Esistono diverse opinioni a riguardo: c’è chi sostiene che è meglio utilizzare la pettorina perché è meno traumatica, c’è chi invece è a favore del collare per un maggior controllo del cane. Chi ha ragione allora? La verità si trova sempre nel mezzo, cioè dipende dalla razza, dalla taglia e dall’età del nostro amico a quattro zampe. Diamo quindi un’occhiata ai pregi e difetti di entrambi per scegliere con più consapevolezza. Sia i collari che le pettorine per cani devono rispettare il benessere psicofisico del cane. Per quello che riguarda il proprietario, entrambi devono essere pratici e versatili ovvero non si deve avere alcuna difficoltà nel metterli o toglierli.
Scelta della pettorina per cani

Orientarsi verso la pettorina significa tenere in considerazione molti fattori, primo tra tutti il rapporto tra proprietario e il cane. Se il padrone è in grado di gestire il proprio amico a quattro zampe, impartendo regole e comandi, la pettorina si rivela la soluzione perfetta. E’ particolarmente adatta per i cani di piccola taglia dall’animo mansueto e si rivela utile per ottenere una buona coordinazione del cane durante la passeggiata, in particolare le pettorine julius. Naturalmente la pettorina deve essere comoda, non deve stringere troppo e regolata nel modo giusto. Il nostro cane non deve quasi nemmeno avvertire di averla addosso. E’ sconsigliata per cani irruenti e aggressivi che possono compiere slanci energici, trascinando anche il proprietario.
Scelta del collare

Il collare è il primo elemento che caratterizza l’approccio tra proprietario e cane, determinandone i ruoli di base. Non deve essere troppo stretto per non soffocare il nostro amico a quattro zampe ma al contrario comodo e morbido, così da consentire al cane il giusto movimento interiorizzando il messaggio di predominanza imposto dall’uomo. Il compito del collare è proprio questo, la distinzione dei ruoli tra il padrone (che rappresenta il capobranco) e il cane (il fedele amico dell’uomo).