Tapparelle blindate o serrande blindate: quali sono le differenze?

Sia le tapparelle blindate che le serrande sono entrambe avvolgibili e molti tendono a confonderle tra loro. In realtà non si tratta dello stesso prodotto, ma al contrario, sono del tutto diverse. Per dare una differenziazione veloce, si può dire che le tapparelle blindate milano si applicano alle finestre, mentre le serrande ai garage o negozi. Altre differenze riscontrabili sono le seguenti: 

  • le serrande avvolgibili si avvolgono su albero con molle e scatole portamolle, eventualmente con motore centrale, mentre le tapparelle si alzano con cinghia o motore inserito nel tubo, ben più piccolo; 
  • le serrande hanno un elemento di altezza cm. 12,4, le tapparelle sono molto più basse (cm. 7); di conseguenza, lo spazio minimo per l’avvolgimento di una serranda è di cm. 40, per una tapparella cm. 35; 
  • le serrande avvolgibili hanno uno spessore 8/10 – 10/10 e possono anche essere microforate o a maglia, mentre le tapparelle sono cieche pari a 7/10. 
  • le serrande blindate sono sempre metalliche poiché la robustezza è il requisito principale; 
  • le serrande blindate sono solitamente impiegate nelle attività artigiane, nei magazzini o nei negozi ed avendo questi aperture molto grandi, sono composte di elementi snodati aperti per risultare più leggere.  

L’unica eccezione che porta a creare confusione con le tapparelle è rappresentata dalle serrande chiuse o cieche e quelle microforate. Queste sono costituite da elementi orizzontali simili alle stecche delle tapparelle ma non scatolate in modo da dimezzarne il peso per elemento. Per questo motivo è bene non utilizzare questa parola per riferirsi alle comuni tapparelle blindate. 

 Volendo descriverle diversamente, possiamo dire che: 

  • non è possibile applicare una serranda avvolgibile ad una finestra o portafinestra: non ci sono gli spazi, 
  • all’opposto, non si può applicare una tapparella ad un garage o negozio o apertura simile: non è adatta. 

Le migliori auto usate? Oggi le trovi online

Il passaparola ha fatto, purtroppo, il suo tempo. Se devi acquistare un’auto usata e hai bisogno di un mezzo che sia affidabile, che sia stato controllato e che possa garantirti anche di funzionare nel tempo, coperto da garanzie e tutele, acquistare da privati non può più fare al caso tuo.

I migliori gruppi di vendita e distribuzione di auto usate possono offrirti oggi condizioni, sia a livello meccanico che a livello di tutele e garanzie, praticamente pari al nuovo. Ma dove cercare un buono usato di questo tipo? Quali sono i canali che ti offrono coperture e garanzie di questo tipo? Vediamolo insieme.

Gli annunci online? Anche quelli sono da evitare

Gli annunci online? Sono ormai praticamente ovunque e sono riusciti a conquistarsi una discreta fetta di mercato. Di vantaggi ovviamente ce ne sono: in genere si spende meno e si concludono trattative in poco tempo e senza intermediari. Ci sono però rischi importanti che sono legati a questo modo di cercare auto usate e poi di comprarle: non sempre quello che ci viene proposto è effettivamente di qualità, non sempre quello che ci viene detto corrisponde a verità.

Dato che i privati non sono nelle condizioni di offrirci alcun tipo di tutela e di garanzia. Ci potrebbe essere del risparmio (in verità poco), ma perché accontentarsi?

Il meglio? È sui motori di ricerca specializzati

I motori di ricerca specializzati ti permettono di accedere ad un enorme numero di auto, con risultati che possono essere filtrati in tempo reale ricorrendo a modello, marca, anno di immatricolazione, colore, tipologia di vettura, posti, cilindrata, chilometri, interni e tutti gli altri dettagli che possono rendere un’auto quella giusta per te.

La migliore modalità per la trovare auto di seconda mano eccellenti è questa. Oltre a poter rapidamente individuare i mezzi sui quali concentrare le tue attenzioni, potrai anche ottenere garanzie accessorie post-vendita, tra le quali:

  • assicurazione furto e incendio: importantissima anche per i mezzi usati, perché contro eventi che possono distruggere completamente il valore del veicolo
  • assicurazione conducente: che copre anche nel caso di ricovero ospedaliero in struttura privata e aiuta a sostenere eventuali spese di riabilitazione
  • garanzia sul mezzo dai 12 ai 24 mesi
  • assistenza stradale post-vendita

Le condizioni applicate sono molto più vantaggiose di quanto ci troveremmo ad incontrare in una compravendita tra privati. Meglio organizzarsi in questo senso, se vogliamo davvero far fruttare al meglio il budget che abbiamo a disposizione.

Noleggiare Fotocopiatrici, il mio business

Mi chiamo Alberto e noleggio fotocopiatrici. Il mio attuale business parte da lontano. Infatti la mia famiglia da 2 generazioni possiede 2 copisterie, una nel nord Italia e l’altra nel centro. Il lavoro non ci è mai mancato, anche grazie alle numerose tesi e rilegature che riuscivamo ad eseguire. Anche se da 5 anni a questa parte il lavoro da questo settore è calato, viste le numerose tesi in formato elettronico, sempre più richieste dagli atenei, è cresciuto sensibilmente il lavoro di scannerizzazione di archivi cartacei, che, soprattutto per quanto riguarda le pubbliche amministrazioni, viene sempre più chiesto.

Nonostante questo, un giorno, durante la fiera di settore a Dusseldorf, in Germania, dove mi recavo ogni anno per conoscere le nuove tecnologie che le fotocopiatrici andavano ad implementare, ebbi l’illuminazione. Diventare un noleggiatore di fotocopiatrici!!
Aprire il  mio centro di noleggio fotocopiatrici ed assistenza sulle stesse, poteva essere un gioco da ragazzi, visti i contatti che avevo nel settore e la conoscenza dei mezzi di stampa.

Appena rientrato a casa telefonai immediatamente al rappresentante di zona della marca delle fotocopiatrici che possedevo e gli parlai del mio progetto. Ne fu entusiasta e così diventò mio partner commerciale. Poi mi recai in banca per richiedere un finanziamento per avviare il mio business. Non senza qualche difficoltà riuscì ad ottenere un buon prestito con un tasso conveniente, visti i tempi che corrono.

Ero pronto, stabilii la mia sede accanto alla mia copisteria del “settentrione”, dato che li avevo un fondo abbastanza grande di cui disporre. Assunsi una persona per le assistenze che non potevo fare di persona.

Feci una grande inaugurazione a cui intervennero molti clienti e curiosi di ogni sorta, “il paese è piccolo e la gente mormora”, si sa com’è.

Fu così che avviai la mia attività di noleggio fotocopiatrici saronno. Dopo 5 anni posso ritenermi pienamente soddisfatto, visto che dopo 2 anni chiusi una copisteria, visto il lavoro in crescendo della mia nuova attività.